Sergio Breviario e Alessandro Roma

Solitamente chi decide di intraprendere la carriera di artista, lo fa forse in virtu' di precedenti esperienze come possessore di strani oggetti. Meglio sarebbe definirli cose in quanto in effetti oggetti lo erano, ma poi per fortuna o sfortuna a seconda dei casi, hanno perso la loro funzione e sono diventati delle splendide presenze che riportano ad altro.

La loro funzione viene stravolta da un sentimento di piacere che li trasforma in cimeli. Essere dei veri e propri cimeli, tenuti nascosti dai propri possessori perche' temono che qualcuno possa additarli come muse ispiratici, non deve essere molto gratificante. Questo e' il momento di uscire dal cassetto ed esporsi, mostrarsi nella loro veste di vere e proprie forme. Una mostra di Cose quindi e non di opere, che fungono da insolite macchine di pensiero pur mantenendo la semplice essenzialità degli oggetti. Le ragioni della loro conservazione non possono piu' essere taciute, anzi vengono debitamente dichiarate. Ogni oggetto e' accompagnato da una didascalia dove queste ragioni vengono descritte.


Exhibition view


Exhibition view


Exhibition view


Exhibition view