Laura Pugno

Dry diggings

Attraverso disegni e dipinti Laura Pugno esplora il concetto di Trasformazione che scaturisce dalla relazione tra essere umano e ambiente naturale, nel momento in cui il primo invade il secondo alla ricerca di risorse.
Il progetto presentato è il racconto di un viaggio immaginario che prende spunto da una vicenda storica avvenuta nel 1876 nella città di Kimberley in Sud Africa. In quell’anno l’attività di estrazione dei diamanti subì un drastico cambiamento: oltre alla setacciatura dei sedimenti fluviali si diede avvio ad un’intensa attività di scavo a cielo aperto denominata “dry diggings”. Scavando la terra gialla di Kimberley venne alla luce una formazione geologica che si rivelò essere un profondo camino vulcanico lungo il quale i diamanti vennero trasportati in superficie.
Riflettendo sul processo stesso del fare pittura ed intessendolo con il dato storico, Pugno attua una serie di strategie formali che la conducono verso una progressiva perdita dei riferimenti romantici che le vedute di paesaggio ancora conservano.
Nei dipinti di Pugno le regole prospettiche cessano di esistere lasciando spazio a nuove volumetrie, a suadenti superfici trattate con differenti tratteggi, a delicate velature di acrilico ed applicazioni di carte precedentemente preparate. Texture e campiture si alternano sulla superficie diventando il cardine attorno al quale una vasta gamma di modalità rappresentative libere e astratte costruiscono l’immagine di nuovi paesaggi mentali.

Please call to get in: 335 1329416

On MARS martedì 19 maggio 2009 dalle ore 18.00 alle 21.00