Please scroll down for English version


 

MARS/ Milan Artist Run Space
 

Mars apre a Milano il 3 dicembre 2008.
Una realtà tutta gestita da artisti e rivolta ad un pubblico curioso di conoscere più intimamente "i motori" dell´arte contemporanea. Lo spazio di zona Pasteur nasce da un'idea originaria di Lorenza Boisi che avvia insieme ad altri artisti un calendario di eventi performativi, espositivi ed artistici sul modello delle più diffuse realtà autogestite europee.

MARS è come detto un incidente voluto, uno spazio fisico e soprattutto un progetto in sé che decide di non strutturarsi organicamente, mantenendo un calendario che possa corrispondere progressivamente alle necessità artistiche dei vari partecipanti.
MARS si rivela dunque come scatola di potenziale, come white cube esteticamente difettoso ma contenitore di tante proficue diversità che prospettano una commistione ed una grande carica di energia inventiva.

I progetti sono solo su invito e sono gestiti direttamente dal direttivo. Non si accettano perciò candidature spontanee.
Saranno prese in considerazione solamente proposte provenienti da spazi indipendenti e istituzioni.

 

Attualmente il direttivo è composto da Lorenza Boisi, Yari Miele e Fabio Carnaghi.
Collabora con noi come assistente Elena Sanfelice.

________________________
 

Mars opened in Milan on December 3, 2008.
A reality all managed by artists and aimed at an audience curious to know more intimately "the engines" of contemporary art. The venue, in the Pasteur area of Milan, was born after an idea by Lorenza Boisi who, together with other artists, put together a programme of exhibitions, performances and art events on the model of the most notorious artist-run spaces in Europe.

MARS is a desired accident, a physical space and, above all else, a project in itself that chooses not to be structured organically by maintaining a calendar that can correspond progressively to the artistic needs of its various participants.
MARS reveals itself as a box of potential, a flawed white-cube space nevertheless containing many fruitful diversities prefiguring a great charge and mixture of creative energy.

Projects are by invitation only and are managed directly by the board therefore we do not receive unsolicited proposals.
We solely consider interest from independent art spaces and institutions.

 

Currently the board is composed by Lorenza Boisi, Yari Miele and Fabio Carnaghi.
Elena Sanfelice works with us as directors' assistant.